L'autore cult Claudio Simonetti ripropone i suoi maggiori successi, dalle colonne sonore scritte per i maestri dell’horror come Dario Argento e George Romero - film che sono rimasti nell'immaginario comune anche grazie ai loro temi musicali - a pietre miliari del rock progressive italiano come l'album "Roller".
La band viene fondata agli inizi degli anni ’70 da Claudio Simonetti e Massimo Morante e si ispira a band prog come Yes, Genesis, King Crimson, Gentle Giant e Emerson, Lake & Palmer. All’inizio del 1975 vengono chiamati da Dario Argento in sostituzione del compositore Giorgio Gaslini, che aveva lasciato il set del film "Profondo Rosso", e riscrivono la maggior parte dei brani della colonna sonora, incluso il celebre tema principale. Il successo supera ogni aspettativa: più di un milione di copie vendute, e oltre 52 settimane nelle charts italiane (singoli e album) che segnano l’inizio di un lungo periodo ai vertici della popolarità nazionale. Negli anni successivi i Goblin hanno composto le musiche di "Suspiria" (1977), "Zombie" (1978) - film cult, rispettivamente, di Dario Argento e George Romero - e di altre pellicole del maestro dell'horror all'italiana. 
Al Bravo i Goblin accompagneranno ai brani gli spezzoni dei film per cui sono stati originariamente concepiti.